Ciò che dovevo fare ho fatto,
disse il gatto.
Di ciò che ha fatto lui io non ho colpe,
dissentì la volpe.
La colpa di uno è quella di due,
soggiunse il bue.
Siano bruciati in calce,
intimò l’alce.
Mi sian serviti in pranzo,
esclamò il manzo.
Si moriranno dopo,
bisbigliò il topo.
La morte aspetta,
fischiò la civetta.
La morte fa il suo corso,
ingiunse l’orso.
Vino al vino e pane al pane,
impazzò il cane.
E usciron di scena,
rise la iena…