– Mi accompagneresti al mare?
– Non posso, ho da fare.
– Cosa?
– Devo pensare al futuro.
– Ma ci penserai domani!
– Impossibile. Domani il futuro sarà presente.
– E’ una scusa.
– No, scusa.
– Non hai niente da fare.
– Devo portare il pettirosso dal dottore.
– Non abbiamo un pettirosso.
– Devo uscire a comprarne uno.
– Nessuno ne vende qui vicino.
– Appunto. Dovrò camminare molto, quindi scusa ma vado a dormire.
– Ma non hai le gambe!
– Ci vado sulle mani.
– Domani?
– Oggi.
– Vengo con te.
– Non hai le gambe.
– Verrò sulle mani.
– Non hai le braccia.
– Verrò solo tronco.
– Ti stancherai.
– Rotolerò.
– Tutto questo per me?
– Tutto questo per te.
– Abbracciami!
– Non posso, non ho braccia.
– Giusto, scusa.