Resta ferma come il mare senza onde,
il sole sbiadisce, la luna nasconde.

Non ti vedrò mai più
e non per un problema di vista,
ma di stanza.

La tua, di stanza,
ha una finestra a strapiombo sul vuoto,
la mia distanza
la percorro contromano in moto.

Mi raggiungo
e non ti noto,
sei ancora ferma
ad ammirare incantata
la tua, di stanza,
dal vuoto.