Come grondano oceani i fiumi di genti che svelti sorpassano i laghi d’umore.
Dietro al cofano australe c’è un delitto prefetto, nominato d’imbasto, uomo puro, già casto.
Non per questo caviale, non per questo pasticcio, non per questa sommossa d’ossa e mollura.
Volan presti i risvolti di avventate pretese. Chi li ha presi al piattello?
Scende l’afa di agosto tra le frasi appoggiate, tra minestre di verbi, tra insalate di date.
Già precipita estate.