Un bacio
senza comandamento
un bacio
tra collo e mento.

Un bacio
di scapicollo
bacio di fossa
tra carne ed ossa.

Un bacio
che poi è labbra
che poi è lebbra,
che poi è ebbra
dimenticanza
del senso buono.

Bacio che è tuono
bacio che è fiato.

Bacio ch’è suono,
bacio non dato.

(che poi un bacio vuol dir tempesta,
non è detto che sia festa,
può esser mucillagine, può essere incanto,
come le labbra lascian lascìvia
gli occhi lucidi poi vanno via,
lasciando il pianto)