Cosa può scrivere il tostapane innamorato alla presa di corrente? E noi, cosa abbiamo da scriverle? Saremo mai in grado di rendere il pane croccante? Ma soprattutto, ci innamoreremo mai?

La scrittura non è solo quello che abbiamo da dire trascritto su carta, non una semplice “funzione del pensiero”, ma è un sistema più complesso e divertente che ci rappresenta, fatto di oggetti, vocali, lettere. Può vivere con noi o creare altri mondi.

Noi parliamo attraverso le parole, ma anche le parole parlano, ci ascoltano e a volte ridono di noi. Forse è il caso di “smettere di scrivere”, togliere di mezzo la nostra ingombrante personalità per conoscerle meglio, per giocare con loro ed essere giocati, lasciare che quello che vogliamo dire si adagi tra le parole.

In questo workshop con Ivan Talarico viaggeremo tra le “possibilità” della scrittura: il punto d’arrivo è “ricominciare a scrivere” con strumenti e scenari nuovi.
Quello che abbiamo da dire tornerà da solo, alla fine, tra le parole.

20-22 settembre La Scaletta teatro Più info

Per iscriverti o chiedere informazioni puoi scrivere a lascaletta.teatro@gmail.com

Creazioni

Conoscenza: Interviste verosimili
Lo sguardo: Messa a fuoco del panorama, Modelli per scrivere il mondo
La pagina bianca: Creazione esterna, Creazione condivisa, Creazione per immagini, Creazione di significati, Anafora e metafora, Esercizi surrealisti
L’idea: La sintesi, Libri paralleli, Sliding doors

Variazioni

Lo sviluppo: Brainstorming, Uno schema narrativo, Variabili e percorsi alternativi
La pagina grigia: Pensiero laterale, Sei cappelli, Esercizi di stile, Variazione su metafora, Errore

Ivan Talarico

Cantautore, poeta, teatrante

Ha pubblicato due libri di poesie con Gorilla Sapiens Edizioni, è stato ospite al Premio Tenco, vincitore e miglior testo a Musicultura 2015. Ha scritto e interpretato cinque spettacoli teatrali con la sua compagnia “DoppioSenso Unico”, portandoli in scena in molti teatri e spazi italiani. Il concerto “Il mio occhio destro ha un aspetto sinistro” ha debuttato a gennaio al Teatro Vascello registrando un sold out ed è stato in tour in tutta Italia. A gennaio 2019 debutta con Claudio Morici all’Auditorium Parco della Musica. Nel tempo libero scioglie ghiacciai a scopo ludico.

Penso che sia una delle migliori esperienze della mia vita.
Non avevo fatto caso al tempo trascorso insieme, 8 ore sono tante! La cosa sorprendente è che, nonostante fossi andata al corso con poche ore di sonno, alla fine non ero stanca ma ancora attiva. La gratificazione per aver sfogato i pensieri e aver scritto belle parole su un foglio mi ha tenuta sveglia, allegra e piena di voglia di fare!

Irene D.

Roma

Il corso è stato stimolante e, per quello che mi riguarda, ha dato un nome a meccanismi che usavo – scrivendo – in maniera istintiva, ma che grazie alla consapevolezza sono diventati un’opportunità in più. Il modo di condurre di Ivan poi, sicuro e attento all’ascolto, mi è piaciuto particolarmente.

Dora A.

Palermo

E’ stata una gran bella sorpresa il laboratorio. Mi sono messa in gioco e in discussione a partire da esercizi solo in apparenza semplici, grazie ai quali ho visto delinearsi nitidamente aspetti particolari del mio modo di essere, su cui mettere l’attenzione per scrivere meglio. Dopo il laboratorio, mi è capitato di prendere spunto dai più disparati dettagli della mia quotidianità per creare brevi storie di fantasia; inoltre mi sto esercitando per iscritto a rendere più concisi i miei pensieri. Trovo preziosi gli strumenti forniti. Mi sarebbe piaciuta qualche ora in più di corso a disposizione.

Letizia S.

Catania

Ho trovato questo approccio  leggero e al tempo stesso efficace. Non avevo mai partecipato ad un laboratorio di scrittura e devo dire che oggi mi sono accorta che dietro al testo scritto c’è un mondo di una vastità e complessità enorme, per non parlare delle possibilità di gioco che offre la parola scritta. Ivan non si perde in sbavature rendendo tutto asciutto ed essenziale.

Laura M.

Roma

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •